Ricerca progetti

Ultime news

 19 novembre 2018
Concorso fotografico progetto LUMAT


Nell’ambito del progetto Interreg CE LUMAT, di cui SiTI è partner, è stato lanciato un ...

Leggi la news >>


 12 novembre 2018
Conferenza finale del progetto RESCULT 


La Conferenza finale del progetto RESCULT - Increasing Resilience of Cultural heritage: a supporting decision ...

Leggi la news >>


 11 luglio 2018
Kick-off Meeting del progetto SaMBA 


Il 12 ed il 13 luglio, SiTI ospita i lavori di apertura del progetto di ...

Leggi la news >>


Soci Fondatori

Politecnico di Torino Compagnia di San Paolo

Master internazionale universitario di I livello in World Heritage and Cultural Projects for Development

Logistica

Destinatari

Funzionari e professionisti provenienti dal settore pubblico e privato, dalle agenzie delle Nazioni Unite, dalle fondazioni e le ONG; professionisti già coinvolti in progetti culturali; neolaureati.

Durata del progetto

Il master ha durata annuale. Al superamento degli esami e della tesi finale si consegue un diploma di Master di primo livello (60 ECTS)

Partner

Turin School of Development, International Training Centre of the ILO, UNESCO ICCROM, SiTi, Centro di Ricerca e Formazione su Economia della Cultura e sul Patrimonio Mondiale e Compagnia di San Paolo (finanziatore)

Descrizione del progetto

Il programma, svolto interamente in lingua inglese, è diviso in tre cicli di apprendimento. Il primo ciclo prevede una fase di distance learning della durata di 2 mesi supportato da un servizio di tutoraggio. Il secondo ciclo è un periodo di lezioni ex cathedra che si svolgono presso il Centro di Formazione Internazionale dell’ILO a Torino della durata di 4 mesi. Il terzo ciclo della durata di 6 mesi è un periodo dedicato alla ricerca e al completamento del progetto di ricerca.

Obiettivi

Colmare il gap nella formazione, in campo internazionale, di competenze in grado di gestire, proteggere e promuovere un sito del patrimonio culturale mondiale.

Metodi

Accanto alle attività di carattere teorico vengono svolte esercitazioni, analisi di casi di studio (SiTI), e visite di studio. Punti di forza del programma sono la varietà culturale dei contributi e l’originalità metodologica multidisciplinare. Sotto il profilo della didattica, il corso prevede la partecipazione di docenti tra i più famosi nell’ambito degli studi di carattere culturale come il prof. Santagata dell’ università di Torino il Prof. David Throsby dalla Macquarie University, il Prof. Allen Scott dall’UCLA, il Prof. Andy Pratt dal Kings College, il Professor Françoise Benhamou dall’ Università Paris III, il Prof. Xavier Greffe dall’ Università Paris I-Sorbonne, e il Prof. Anheier dall’ Università di Heidelberg. Inoltre, il programma prevede lezioni tenute da Funzionari dell’UNESCO, della Banca Mondiale e dell’ILO.

Competenze

  • Beni Culturali e Sviluppo Economico
  • World Heritage System e gestione del patrimonio culturale
  • Settori culturali e industrie creative
  • Pianificazione strategica e valutazione

Contenuti Innovativi

Il master ha diversi elementi di alto contenuto innovativo nel panorama dell’educazione, in particolare è il primo a livello mondiale che propone i temi dell’economia della cultura e della gestione dei siti nell’ambito dei World Heritage Studies, ed è specificatamente mirato a colmare il gap tecnico in questo campo.

Risultati attesi e conseguiti

Il Master forma figure professionali come manager e promotori di sviluppo culturale con adeguate capacità e competenze, al fine di promuovere non solo la conservazione, ma anche, lo sviluppo culturale, sociale ed economico dei siti. 

Contatti:

Master in World Heritage and Cultural Projects for Development
Viale Maestri del Lavoro 10,
10127, Turin, Italy
Email: worldheritage@itcilo.org: +39 011 6936945
http://p31.itcilo.org/masters/worldheritage/home

telefono