Ricerca progetti

Ultime news

 20 novembre 2017
Partner Meeting e User Forum del progetto RESCULT


A fine novembre si terranno a Venezia due importanti eventi relativi al progetto RESCULT: il ...

Leggi la news >>


 17 novembre 2018
SiTI sta studiando l’integrazione tariffaria della Regione Piemonte



L’assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco, ha comunicato che a partire dal 2019 sarà attiva ...

Leggi la news >>


 17 novembre 2017
Meeting conclusivo del progetto H2020 INSPIRATION



Nei giorni 4-6 dicembre è prevista a Bruxelles una conferenza aperta di chiusura del progetto INSPIRATION, accompagnata dalle ...

Leggi la news >>


Soci Fondatori

Politecnico di Torino Compagnia di San Paolo

ResCult – Increasing RESilience of CULtural heritage : a supporting decision tool for the safeguarding of cultural assets

Logistica

Destinatari DGECHO

Durata del progetto

18 mesi (da gennaio 2017)

Partner Politecnico di Torino

CORILA
UNISDR
TUB
SDIS04

Descrizione del progetto

Il progetto RESCULT punta a costruire strumenti per incrementare la capacità della Protezione Civile nel prevenire/mitigare gli impatti dai disastri naturali sui Beni Culturali.

Il progetto realizzerà un Database Europeo Geo-referenziato dei Beni Culturali; b) un “catasto” dei disastri naturali; c) una piattaforma di monitoraggio e di modellazione degli scenari di rischio d) una piattaforma di acquisizione dati dalla popolazione; e) modelli 3D fruibili in realtà virtuale dei monumenti e delle opere d’arte (con focus su tre casi studio), per supportare il ripristino in post-emergenza e preservare la memoria digitale in caso di distruzione e/o danneggiamento. 

Obiettivi

L’obiettivo del progetto è quello di migliorare la capacità della Protezione Civile per prevenire / mitigare gli impatti dai disastri naturali sui Beni Culturali, rendendo disponibili strumenti per rafforzare l’interoperabilità degli Stati membri e la cooperazione multidisciplinare nel campo della gestione delle emergenze. Da un punto di vista operativo, il progetto si propone di:

  • incrementare la condivisione e l’armonizzazione dei dati disponibili a livello Europeo sui Beni Culturali sui disastri naturali, supportando l’implementazione di standard Europei quali la normativa INSPIRE;
  • aumentare la cooperazione tra sistemi di Protezione Civile, rafforzando la prevenzione e gestione dei rischi, e le operazioni di recupero post-disastro;
  • costruire metodologie per l’analisi del rischio dei beni culturali basate su piattaforme GIS in particolare rispetto a terremoti, incendi e inondazioni;
  • aumentare la consapevolezza dei cittadini riguardo i principali rischi legati ai Beni culturali.

 

Metodi

  • analisi dei requisiti, costruzione di ontologie, analisi del contesto e caratterizzazione delle “minacce” (tipologie di disastri), coinvolgendo la protezione civile ed altri operatori legati alla gestione delle emergenze (vigili del fuoco, ecc.);
  • creazione, sviluppo e validazione del modello concettuale del Database Europeo (European Interoperable Database, EID), ed implementazione;
  • popolamento dell’EID attraverso raccolta dati dai tre casi studio, inclusi dati provenienti da cittadini e raccolti attraverso interfaccia web;
  • Definizione di linee guida per la valutazione della vulnerabilità dei Beni Culturali rispetto a disastri naturali, rispetto alle diverse fasi della gestione delle emergenze (prevenzione, preparazione e risposta).

Competenze

  • Risk analysis legata ai disastri naturali
  • Conoscenza della Direttiva INSPIRE
  • Sicurezza dei Beni Culturali
  • Realizzazione di Database
  • Analisi spaziali e Sistemi Geografici informativi
  • Realizzazione 3D models
  • Realtà virtuale

Contenuti Innovativi

Il progetto supporterà gli operatori di Protezione Civile e di altre Autorità preposte alla gestione delle emergenze nella condivisione di dati e informazioni necessarie alla Protezione dei Beni Culturali, organizzate secondo standard Europei consolidati, con l’obiettivo di incrementare l’interoperabilità transfrontaliera e rafforzare la sicurezza del territorio sia a livello nazionale che internazionale.

Il Database Europeo contribuirà ad aumentare la consapevolezza dei cittadini circa l’importanza di proteggere i Beni Culturali durante i disastri, rafforzando la cultura della prevenzione dei rischi e della condivisione delle informazioni.

Risultati attesi e conseguiti

  • Database europeo sui beni culturali basato sulla normativa INSPIRE
  • Disponibilità di metodologie innovative di analisi del rischio per sostenere la pianificazione di strategie di mitigazione delle conseguenze di disastri naturali.
  • Modelli 3D dei monumenti e delle opere d’arte
  • Mappa GIS-based dei disastri naturali con indicatori di rischio
  • Video documentario che mostra i risultati del progetto