Ricerca progetti

Ultime news

 20 novembre 2017
Partner Meeting e User Forum del progetto RESCULT


A fine novembre si terranno a Venezia due importanti eventi relativi al progetto RESCULT: il ...

Leggi la news >>


 17 novembre 2018
SiTI sta studiando l’integrazione tariffaria della Regione Piemonte



L’assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco, ha comunicato che a partire dal 2019 sarà attiva ...

Leggi la news >>


 17 novembre 2017
Meeting conclusivo del progetto H2020 INSPIRATION



Nei giorni 4-6 dicembre è prevista a Bruxelles una conferenza aperta di chiusura del progetto INSPIRATION, accompagnata dalle ...

Leggi la news >>


Soci Fondatori

Politecnico di Torino Compagnia di San Paolo

ECRR – European Cultural Route of Reformation

Logistica

Destinatari

Interreg Central Europe

Durata del progetto

3 anni (da luglio 2016 a giugno 2019)

Partner

  • Thüringer Landgesellschaft mbH, Erfurt (Lead Partner, Germania)
  • Self-government of Szabolcs-Szatmár-Bereg County (Ungheria)
  • Association on Municipalities in the Upper Tisza Area (Ungheria)
  • Comune di Velenje (Slovenia)
  • Mansfeld-Südharz Marketing GmbH (Germania)
  • Kirche und Tourismus e.V. (Germania)
  • Lower Silesian Tourist Organisation (Polonia)
  • Regional Development Agency of South Bohemia (Rep. Ceca)
  • Regional Development Agency of the Pilsen Region (Rep. Ceca)
  • Protestant Church of Augsburg Confession in Austria (Austria)
  • Upper Austrian Tourism Board (Austria)

Descrizione del progetto

ECRR ha come obiettivo principale quello di identificare, selezionare e collegare il patrimonio della Riforma Protestante in Europa (siti storici, patrimonio tangibile e intangibile), stabilendo un Itinerario Culturale Europeo della Riforma. Per poter garantire il funzionamento efficace, il consolidamento e l’espansione dell’Itinerario dopo la conclusione del progetto ECRR, si predisporrà un sistema di gestione da parte del Consorzio. 

Il progetto si auspica e promuove l’adesione di tutti gli attori e delle istituzioni oltre a quelle coinvolte nel progetto. Durante l’ultimo anno di progetto, si richiederà il riconoscimento dell’Itinerario europeo al Consiglio d’Europa.

Per raggiungere i suoi obiettivi, il progetto utilizza un approccio bottom-up, in cui gli attori locali e regionali sono coinvolti attivamente durante l’intera durata. Il capacity building e il trasferimento di conoscenze sono punti chiave del progetto. 

Sono inoltre previsti investimenti pilota infrastrutturali e totem informativi multimediali sull’itinerario nelle 8 regioni coinvolte.

Obiettivi

-       Identificare, selezionare e collegare il patrimonio culturale vincolato alla riforma in Europa;

-       Creare un Itinerario Europeo della Riforma;

-       Ottenere il riconoscimento dell’itinerario da parte del Consiglio d’Europa.

 

Competenze

  • Project Management
  • Cooperazione territoriale
  • Analisi delle potenzialità turistiche degli itinerari proposti
  • Analisi comparata di esperienze di promozione turistica
  • Monitoraggio attività e partner

Risultati attesi e conseguiti

Preparazione e approvazione dell’itinerario della Riforma da parte del Consiglio d’Europa. Promozione dell’itinerario tra istituzioni interessate in territori non coinvolti dal programma Central Europe.