Ricerca progetti

Ultime news

 6 dicembre 2017
Primo incontro nazionale sulla camminabilità urbana


Il 18 e 19 gennaio, il DICAAR Palazzo Cugia di Cagliari ospiterà il primo incontro ...

Leggi la news >>


 20 novembre 2017
Partner Meeting e User Forum del progetto RESCULT


A fine novembre si terranno a Venezia due importanti eventi relativi al progetto RESCULT: il ...

Leggi la news >>


 17 novembre 2018
SiTI sta studiando l’integrazione tariffaria della Regione Piemonte



L’assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco, ha comunicato che a partire dal 2019 sarà attiva ...

Leggi la news >>


Soci Fondatori

Politecnico di Torino Compagnia di San Paolo

EPOTEX: Sviluppo del Potenziale Energetico delle aree industriali Vadò

Logistica

Destinatari Enerprint S.r.l. – Gruppo ILTE

Durata del progetto 6 mesi

Partner Lamoro

Descrizione del progetto

Il progetto prevede la realizzazione di uno Studio di Fattibilità per valutare potenziali progetti di efficientamento, miglioramento e sviluppo in campo energetico, anche attraverso la sperimentazione di tecnologie innovative (Smart Energy Systems), connessi alle attività condotte all’interno degli stabilimenti del Gruppo ILTE (o in altre aree presso le quali il Gruppo ILTE svolge direttamente o indirettamente attraverso società da esso rappresentate attività di natura energetica).

Attualmente, le centrali termiche ed elettriche presenti sono sovradimensionate rispetto alle reali esigenze operative, per cui si possono studiare meccanismi per lo sfruttamento degli asset disponibili. In questo modo è possibile definire investimenti anche finanziari che potranno generare guadagni e introiti tramite la fornitura di servizi energetici a clienti esterni.

Lo sviluppo del mercato delle fonti energetiche rinnovabili, gli schemi di incentivazione nazionali e le politiche europee di riduzione delle emissioni di anidride carbonica (CO2) offrono importanti occasioni di business. In tale contesto, EnerPrint può giocare un ruolo di primo piano e rappresentare un importante elemento di catalizzatore dell’innovazione. Le attività di progetto sono suddivise in due fasi di lavoro: Fase A – Sinergie con utilizzatori energetici locali e Fase B – Cluster Energetico.

Durante la Fase A verrà valutata la possibilità di fornire sul territorio l’energia termica e/o elettrica prodotta in eccesso dagli impianti gestiti da EnerPrint, al fine di consentire un impiego a pieno regime degli impianti che attualmente vengono usati solo parzialmente, con positive ricadute dal punto di vista economico. A seconda delle necessità riscontrate sul territorio, potranno essere valutati investimenti per incrementare la produzione energetica. Gli utilizzatori del surplus energetico saranno individuati nelle varie imprese e strutture commerciali presenti nelle vicinanze degli impianti EnerPrint. L’analisi sarà effettuata sui due siti industriali del gruppo ILTE (Moncalieri-Vadò e Oricola) e si concentrerà su due filoni principali, energia termica e energia elettrica, tenendo in considerazione le opportunità derivanti dai regimi incentivanti in essere in tema di co-generazione.

La creazione di sinergie con altri utilizzatori energetici, associati alla presenza di amministrazioni pubbliche locali e enti di ricerca, permette di ipotizzare la costituzione di un Consorzio Energetico per lo sviluppo di approcci gestionali di ottimizzazione dello sfruttamento delle fonti convenzionali e delle rinnovabili (Fase B del progetto). Il consorzio avrebbe una dimensione e una capacità operativa tale da assumere rilevanza economica e valenza innovativa, attirando ulteriori investimenti e garantendo una valida interazione con il mercato ed altri soggetti. L’esperienza maturata nella gestione del consorzio permetterebbe di creare una capacità di governance energetica capace di relazionarsi con gli Enti locali in modo efficiente, fornendo un supporto alla collaborazione pubblico-privato attraverso nuove forme associative. Inoltre, il cluster potrebbe fornire supporto tecnico e organizzativo per i soggetti interessati a replicare l’approccio in altri contesti e a identificare nuove opportunità occupazionali sul territorio, anche mediante percorsi formativi specifici.

Obiettivi

Gli obiettivi del Progetto EPOTEX possono essere così elencati:

  • Valutazione dei sistemi di produzione energetica e dei consumi all’interno degli stabilimenti e nelle aree limitrofe, in modo da poter identificare possibili servizi di fornitura energetica sia elettrica sia termica.
  • Definizione di una filiera energetica operativa tramite la promozione di meccanismi imprenditoriali innovativi in ambito energetico per la fornitura di servizi secondo un approccio replicabile in altri ambiti.
  • Identificazione di possibilità di risparmio sulle forniture energetiche con conseguente incremento della competitività delle aziende coinvolte
  • Creazione di un contesto pratico di sperimentazione all’interno del quale aziende nazionali e internazionali nel campo energetico possono testare i loro sistemi e prodotti (controllo, accumulo energetico, ecc.) e in grado di diventare una vetrina verso potenziali clienti.

Metodi

Analisi e modellizzazione dei sistemi di produzione energetica (elettricità, caldo e freddo) presenti all’interno degli stabilimenti del gruppo ILTE a Moncalieri (TO) e Oricola (AQ)

Valutazione dei consumi energetici interni degli stabilimenti e delle strutture limitrofe

Identificazione delle potenzialità di realizzazione di un sistema di teleriscaldamento

Definizione di opportuni modelli di business volti alla creazione di opportunità imprenditoriali nel campo della fornitura di servizi energetici e alla riqualificazione del personale esistente

Competenze

  • Analisi di sistemi energetici
  • Definizione di modelli di business

Contenuti Innovativi

La possibilità di definire protocolli di gestione energetica in grado di sfruttare le potenzialità esistenti all’interno di impianti industriali è un approccio innovativo a livello italiano, consentendo di ottimizzare le risorse e gli asset esistenti. In particolare è possibile incrementare la competitività delle aziende coinvolte, sia con un migliore sfruttamento degli impianti attualmente presente e sotto-utilizzati, sia in termini di un minor costo dell’energia fornita, con risparmi sulle forniture.

Inoltre, si verrebbe a creare un contesto di sperimentazione unico sul territorio italiano, dove aziende operanti nell’ambito delle infrastrutture “smart” possono compiere sperimentazioni con dati reali e promuovere le proprie soluzioni tecnologiche.

Risultati attesi e conseguiti

Il progetto porterà all’individuazione di indicazioni preliminari sulle potenzialità di una rete di teleriscaldamento in grado di servire le realtà industriali e commerciali site nei dintorni degli stabilimenti di Moncalieri e Oricola, sulla base di analisi tecniche dettagliate degli impianti di produzione e dei consumi interni.

Inoltre si getteranno le basi per la costituzione di un Consorzio Energetico, in grado di provvedere a una governance energetica integrata delle intere aree industriali. Saranno infatti stabilite le linee guida per la costituzione del Consorzio con indicazioni relative alla sua struttura organizzativa. In aggiunta si provvederà anche alla gestione delle relazioni con Enti pubblici locali e nazionali al fine di promuovere l’approccio anche in altri contesti territoriali.
Per maggiori informazioni si può consultare il sito del progetto