Ricerca progetti

Ultime news

 22 marzo 2017
Conferenza finale del progetto FORTRESS


Massimo Migliorini, dell’Area Sicurezza, ha presentato i risultati del progetto FORTRESS durante la conferenza internazionale ...

Leggi la news >>


 6 marzo 2017
8 Marzo 2017: secondo Open Day MoMoWo



In occasione della giornata internazionale dei diritti della donna, il progetto europeo MoMoWo organizza per ...

Leggi la news >>


 24 febbraio 2017
Progetto InAirQ: secondo meeting e primo workshop del gruppo di lavoro


L’Istituto Nazionale Sloveno di Sanità Pubblica (Nacionalni inštitut za javno zdravje – NIJZ ) ha ...

Leggi la news >>


Soci Fondatori

Politecnico di Torino Compagnia di San Paolo

PRODIGE – Protéger les citoyens, Défendre les Infrastructures, Gérer les grands Evenements

Logistica

Destinatari Interreg ALCOTRA

Durata del progetto 18 mesi (da febbraio 2016)

Partner

  • Comune di Torino
  • Comune di Cuneo
  • SDIS04 

Descrizione del progetto

Il progetto PRODIGE aspira a rafforzare la collaborazione tra Autorità Italiane e Francesi preposte alla gestione delle emergenze, incrementando la capacità di eseguire efficaci operazioni di risposta congiunta ai disastri naturali e non solo. Gli ultimi anni hanno visto una rivoluzione del concetto di “gestione delle situazioni di emergenza”: un’efficiente cooperazione transfrontaliera è necessaria per assicurare la miglior risposta operativa possibile e l’assistenza di cui i cittadini hanno bisogno, pertanto è fondamentale realizzare momenti di interazione dove gli operatori locali e nazionali interagiscono e sperimentano protocolli innovativi per massimizzare l’efficacia delle misure di intervento congiunte. Le esercitazioni sul campo rappresentano un efficace momento di verifica dell’interoperabilità tra i vari operatori ma, date le rilevanti difficoltà logistiche (distanza tra gli operatori, necessità di dispiegamento di mezzi, trasporto di apparecchiature, ecc.), non possono essere replicate con frequenza elevata e comportano costi significativi. 

Il recente sviluppo delle tecnologie ICT e di nuovi mezzi di comunicazione (social network, piattaforme per il gioco di ruolo, realtà virtuale, ecc.), unito al progresso globale dell’industria dei videogiochi, hanno legato alla logica della gestione delle emergenze il modello dei “serious games”, ossia simulazioni di eventi reali in ambienti tridimensionali virtuali, con l’obiettivo primario di fornire agli utenti una possibilità di addestramento avanzato in un determinato settore di attività.

L’utilizzo dei serious games apre nuovi orizzonti nel campo della gestione delle crisi, dove l’aspetto cruciale è quello di ottimizzare l’interazione di diversi attori che cooperano in un lasso di tempo molto breve dovendo fronteggiare scenari imprevisti ed in continua evoluzione.

Obiettivi

L’obiettivo generale del progetto è avviare lo sviluppo di una piattaforma di realtà virtuale con tecnologia immersiva associata ad un sistema di raccolta dati dal territorio e comunicazione bidirezionale con la popolazione, per accrescere l’efficacia della prevenzione dei rischi e della gestione delle emergenze a livello transfrontaliero e per migliorare la formazione e l’addestramento degli operatori di protezione civile in Italia e in Francia. Tale piattaforma web-based è orientata ad aumentare la capacità di cooperare e di proporre soluzioni condivise adattate a contesti diversi influenzando positivamente il successo della risposta operativa.

Metodi

  • Analisi del Sistema di gestione e simulazione dei grandi eventi sviluppato in Italia e dei requisiti per la sua replicabilità sul territorio francese
  • Analisi della Piattaforma Virtuale per la simulazione di emergenze sviluppata, ed attualmente utilizzata, in Francia e ricerca dei requisiti di replicabilità sul territorio italiano.
  • Analisi dei protocolli di attuazione degli interventi adottati dalla protezione civile italiana e francese a fronte di situazioni di emergenza sul territorio transfrontaliero
  • Progettazione e sviluppo di una Piattaforma Virtuale Transfrontaliera Pilota con tecnologia di realtà virtuale immersiva integrante i punti di forza dei sistemi di simulazione delle emergenze esistenti in Italia ed in Francia.
  • Progettazione di un Modulo Integrativo alla piattaforma per la raccolta in tempo reale dei dati sul territorio colpito dall’emergenza (Dati da Social Network, GPS, GSM, segnalazioni)
  • Implementazione all’interno della nuova piattaforma di 3 scenari pilota su cui verranno effettuate esercitazioni in cooperazione transfrontaliera.

Competenze

  • Crowd dynamic models
  • Virtual reality simulations
  • Big data analysis
  • Scenario modelling
  • International cooperation

Contenuti Innovativi

Il raggiungimento di un livello di cooperazione transfrontaliero sempre più elevato, in modo da poter gestire efficacemente le sfide che sono presenti e che si presenteranno in futuro.

L’utilizzo della tecnologia di realtà virtuale immersiva permette di far evolvere il concetto stesso di esercitazione virtuale come inteso al giorno d’oggi. L’immersività completa in uno scenario esercitativo completamente modellizzato e dinamico permette di aggiungere profondità alle sensazioni che l’operatore prova durante l’esercitazione, rendendo molto più realistica la situazione in cui esso va ad addestrarsi.

Risultati attesi e conseguiti

  • Accrescere la capacità di affrontare con successo le emergenze nei territori transfrontalieri, creando meccanismi efficaci ed efficienti di collaborazione fra le autorità di protezione civile italiana e francese.
  • Migliorare l’efficacia dei percorsi di formazione ed addestramento degli operatori di protezione civile, attraverso una piattaforma di realtà virtuale in grado di simulare in modo realistico situazioni di intervento, per gestire emergenze di origine sia naturale sia antropica.
  • Sviluppare e utilizzare nuove strategie di informazione e comunicazione in tempo reale per la popolazione, con il coinvolgimento dei residenti trasformandoli in sensori locali e in sorgenti di dati.